info@acustico.com   +39 0119206093
Acustico made in Italy

IL COMFORT ACUSTICO NEGLI SPAZI DELLA COLLETTIVITA’

 Home / Collettività

Gli spazi per la collettività sono tutti quei luoghi destinati ad aggregare in un unico ambiente chiuso un numero elevato di persone.
Rientrano in questo elenco gli auditorium, i cinema e teatri, le sale meeting, le sale conferenza, i luoghi di culto, le sale di attesa, i centri sportivi e polifunzionali, le scuole, le mense e i grandi spazi per la ristorazione.
Tutti questi ambienti si caratterizzano solitamente dal punto di vista architettonico per i consistenti sviluppi dimensionali, sia in termini planimetrici che volumetrici e per essere quasi sempre riconducibili a geometrie di tipo open space, con compartimentazioni intermedie minime o più spesso assenti.
Queste caratteristiche dimensionali, unitamente alla presenza di allestimenti architettonici con materiali e superfici molto riflettenti, rendono generalmente tali spazi poco confortevoli sotto il profilo acustico, se non adeguatamente trattati con accorgimenti tecnici atti a limitare la propagazione incontrollata delle onde sonore.


In una tale configurazione architettonica si genera infatti una condizione acusticamente sfavorevole per cui, la rumorosità delle singole sorgenti sonore ambientali si somma e si amplifica per effetto del fenomeno del Riverbero, ossia delle riflessioni multiple generate da tutte le superfici.

 

acustico.com

Novotel Berna Arch. Bruno-Huber

 

acustico.com

 

Gli interventi tecnici di trattamento e correzione acustica di questi grandi spazi sono riconducibili a 2 tipologie di intervento:


Interventi sul Riverbero (1), che prevedono l’inserimento nell’ambiente di unità fonoassorbenti in grado di limitare le riflessioni acustiche generate dalle superfici lisce e compatte che delimitano gli spazi e interventi sulla Diffrazione (2) che prevedono la collocazione di elementi geometrici (in genere sospesi a soffitto e non necessariamente anche fonoassorbenti) in grado di intercettare, spezzare e ri-direzionare le onde sonore nel loro tragitto tra una riflessione e la successiva.
Il primo tipo di interventi prevede in genere il posizionamento a parete e/o soffitto di superfici fonoassorbenti caratterizzate da materiali leggeri e ad elevata porosità, con funzione di rivestimento e schermatura delle retrostanti superfici riflettenti.


Gli interventi sulla Diffrazione richiedono invece la collocazione di elementi con uno sviluppo geometrico tridimensionale e con una maggiore consistenza e rigidità dei materiali utilizzati. Questi elementi possono essere costituiti da Baffles e Prismi sospesi verticalmente dal soffitto e producono maggiori benefici acustici quando sono distanziati dalle superfici edili, poiché frammentano le volumetrie libere e intercettano maggiormente i fronti di onda sonora in movimento.

 

acustico.com

Museo Sibaritide

 

acustico.com

Expo Padiglione Stati Uniti fonoassorbenti e fonoisolanti

 

acustico.com

 

acustico.com

Sala concerti Fortezza di Palmanova UD

 

acustico.com

Correzione acustica aula scolastica Udine

 

acustico.com

Piscina Spa Sistiana Trieste correzione-acustica